Prick Test

Che cos’è il Prick test?

Il prick test è un esame diagnostico non invasivo mirato ad individuare la causa di una sospetta allergia respiratoria o di una sospetta allergia ad alimenti.

A cosa serve?

Il primo scopo è quello di individuare con precisione i fattori che scatenano la reazione
allergica, così da consentire di mettere in atto tutte le misure preventive per evitare il contatto con gli allergeni.

La diagnosi permette anche di pianificare interventi terapeutici mirati come una
desensibilizzazione nei confronti degli allergeni e la prescrizione di farmaci appropriati per
il controllo dei sintomi.

Quando è indicato?

Per quanto riguarda i sintomi respiratori, il Prick Test è indicato per coloro che soffrono di congiuntivite, rinite, tosse o asma bronchiale, sia episodici (stagionali) che perenni, qualora si sospetti una causa allergica o la si voglia escludere.

Per quanto riguarda l’allergia alimentare, il Prick Test è indicato se si sospetta un’allergia ad alimenti, che può manifestarsi in maniera eterogenea, variando da sintomi cutanei (es. prurito ed edema del cavo orale, orticaria/angioedema), sintomi respiratori  (es. asma bronchiale, oculorinite), sintomi gastrointestinali (vomito e diarrea) ad insorgenza immediata dopo l’assunzione di un determinato alimento, fino ad arrivare all’edema della glottide e allo shock anafilattico.

Come si svolge il test?

Il test è innocuo ed è l’esame iniziale per la diagnosi di allergia alimentare o respiratoria.

Dopo un primo screening può essere necessario effettuare il Prick by Prick con l’alimento sospetto.
Si tratta di una tecnica usata quando gli allergeni da testare non siano presenti in estratti del commercio sufficientemente affidabili. La procedura è molto simile a quella del prick test e comporta una puntura, prima dell’alimento e poi della cute.

Il test cutaneo è sicuro, rapido e semplice. Ciascun allergene verrà “toccato” con una lancetta sterile monouso, munita di una punta calibrata per la penetrazione dell’allergene negli strati superficiali del derma.
Il test non è invasivo e può essere effettuato a qualunque età e in qualsiasi periodo dell’anno, purché non sia in corso una terapia con farmaci antistaminici.

APPROFONDIMENTO

Guarda il video per saperne di più!

img
PRENOTAZIONI

Prenota il tuo appuntamento

Q&A

Domande più frequenti

Il test dura 15 minuti, durante i quali si monitora la risposta cutanea. La positività al test è rappresentata da una reazione eritemato-pomfoide localizzata, pruriginosa, e potrà essere formulata una diagnosi di sensibilizzazione allo specifico allergene testato (inalante o alimento).

Le controindicazioni all’effettuazione del prick test comprendono:
– dermatiti in atto – soprattutto se interessano la cute dell’avambraccio;
– orticaria acuta;
– utilizzo di antistaminici per via sistemica (orale o iniettiva) negli ultimi 7 giorni;
– gravidanza;

Sette giorni prima dell’esame devono essere sospesi farmaci antistaminici e cortisonici per via sistemica.

touch-illustration
CONTATTI

Invia la tua richiesta